home attivirà photo gallery eventi links contatti








Articolo 6
DECANO
L'Associazione con l'obiettivo di affidare ad un suo membro il compito di rappresentare unità di intenti e coesione, si dota tra i suoi membri di un Presidente denominato "Decano". Tale nomina compete di pieno diritto al Console Generale o Console, comunque Capo Missione, di carriera più anziano per rilascio di exequatur ovvero per ammissione provvisoria. Eventuali coincidenze sono risolte in conformità dell'art. 16 della Convenzione di Vienna. Il Decano deve dare la propria disponibilità per iscritto a ricoprire l'incarico. La durata massima prevista per lo svolgimento delle funzioni di Decano è di tre anni, non immediatamente rinnovabile, dalla data di accettazione dell'incarico

Articolo 7
ATTRIBUZIONI E DOVERI DEL DECANO
Sotto l'impulso del Decano, anche l'Associazione si attiva per una efficace vita associativa, in virtù della quale i rapporti personali tra i consoli siano più frequenti e a sollecitare contatti costanti con le autorità pubbliche e gli enti privati. Il Decano è chiamato a svolgere attribuzioni diverse e ad adempiere ai doveri statutari, per il buon funzionamento anche dell'Associazione. Le sue funzioni istituzionali e di rappresentanza si svolgono su piani distinti. Sul piano esterno, con riguardo ai rapporti con le autorità locali civili, politiche, militari, giudiziarie, religiose e di ogni altra natura, il Decano è il legittimo rappresentante istituzionale dell'Associazione ed ha titolo per prendere quelle iniziative che la situazione richiede, a favore del Corpo Consolare, su tematiche di interesse comune. Sul piano interno, nei confronti dei membri dell'Associazione egli potrà svolgere, con il riguardo che lo status consolare richiede, il compito di garantire la concordia e l'armonia, nonché esprimere, se del caso, tutti quei suggerimenti che reputerà opportuni ai fini del corretto svolgimento delle funzioni. Per iniziativa del Decano è aggiornata e pubblicata periodicamente a cura del Segretario Generale la "Lista consolare", che è inviata ai singoli membri dell'Associazione in regola con le quote associative, alle autorità, agli altri corpi consolari ed a chi ne fa motivata richiesta.

Articolo 8
ATTRIBUZIONI AL DECANO
Con riguardo alle precedenze protocollari, al Decano spettano speciali riconoscimenti, sia da parte delle autorità, sia da parte dei membri del Corpo Consolare stesso. Al Decano spetta un posto riservato in ogni cerimonia e la precedenza tra i posti stabiliti per gli altri consoli.
Articolo 9
VICE DECANO
Accanto al Decano è istituito un Vice-Decano, con funzioni vicarie, che lo sostituisce e ne svolge le funzioni in caso di assenza o di impedimento. Il Vice-Decano, Console di carriera, è per diritto colui che, nel rispetto delle regole di cui all'art. 16 della Convenzione di Vienna, risulta immediatamente successivo al Decano per anzianità di exequatur, o che abbia rinunciato a svolgere le funzioni di Decano.

Corpo Consolare di Napoli
Copyright 2008 © Very & Co